Ortofon X5-MC

445,50

Fonorivelatori Bobina Mobile Alta Uscita Serie High Output

Compara
Ortofon
COD: OrtofonX5-MC Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Fonorivelatori Bobina Mobile Alta Uscita Serie High Output

L’X5-MC presenta un diamante Fritz Gyger (FG) nudo lucidato a specchio 70. Il diamante FG 70 risolve un livello di dettaglio molto elevato e può tracciare anche le modulazioni della scanalatura di frequenza più elevata.

L’X5-MC ha un’uscita da 2 mV, che sebbene abbastanza alta da essere utilizzata con preamplificatori phono a magnete mobile, conserva la delicatezza e la precisione per le quali sono note le cartucce a bobina mobile.

Output voltage at 1000 Hz, 5cm/sec.  –   2 mV
Channel balance at 1 kHz   –  < 2 dB
Channel separation at 1 kHz  –   > 25 dB
Channel separation at 15 kHz  –   > 15 dB
Frequency range at – 3dB  –   20-45.000 Hz
Frequency response –    20-20.000 Hz + 3 / – 1,5 dB
Tracking ability at 315Hz at recommended tracking force  –    > 60 µm
Compliance, dynamic, lateral   –  13 µm/mN
Stylus type  –   Nude FG 70
Stylus tip radius   –  r/R 5/70 µm
Equivalent stylus tip mass  –  0,75 mg

Tracking force range  –   1,8-2,2 g (18-22 mN)
Tracking force, recommended  –   2 g (20 mN)
Tracking angle  –   20°
Internal impedance, DC resistance  –   80 Ohm
Recommended load impedance   –  47 kOhm / < 500 pF
Cartridge body material  –   Noryl
Cartridge colour  –   Red
Cartridge weight  –   4,1 g

Non ci sono recensioni per questo prodotto.

Non ci sono video per questo prodotto.

Brand

Ortofon

Ortofon è una compagnia danese di prodotti audio di alta fedeltà. Nota soprattutto per le sue testine magnetiche per giradischi, con l'avvento della tecnologia CD è passata dalla produzione di massa al mercato di nicchia, dove è tuttora attiva con circa 500 000 pezzi venduti all'anno. Il nucleo di quella che è l'attuale compagnia nacque il 9 ottobre 1918 a Copenaghen con il nome di Electrical Phono Film Company per iniziativa di Axel Petersen e Arnold Poulsen[2], intenzionati a realizzare un sistema di sincronizzazione audio cinematografico; cinque anni più tardi, nel 1923, fu proiettato a Copenaghen il primo film sonoro La compagnia, nel corso degli anni, si dedicò allo sviluppo di microfoni, compressori dinamici, oscillografi e apparecchiature audio varie, e nel 1946 cambiò nome in Fonofilm Industrie. Sempre nel 1946 sviluppò la sua prima testina monofonica, per giradischi[3]; nel 1948 commercializzò invece la prima testina a bobina mobile all'avvento della stereofonia, nel dopoguerra, si costituì la divisione chiamata Ortofon, costruita sui termini greci όρθος (όrthos), "corretto", e φωνή (foné), "suono", e iniziò la produzione di testine stereo. Nel corso degli anni la sua produzione andò via via specializzandosi proprio nella tecnologia dei fonorivelatori: bracci e testine magnetiche entrarono nel mercato di massa negli anni settanta e ottanta. Con la graduale adozione della tecnologia CD e il progressivo abbandono dei dischi in vinile da parte del mercato di massa, il volume di vendite della Ortofon si ridusse drasticamente[1]; la compagnia iniziò a diversificare le linee di prodotto, realizzando cavi audio in argento puro per favorire la miglior conduzione di segnale e orientandosi al mercato dei Disc jockey con la produzione di accessori specificatamente pensati per la tecnica scratch. A circa 50 anni di distanza dal brevetto della testina a bobina mobile, Ortofon produce tuttora rilevatori audio con tale tecnologia; a uso del mercato DJ la compagnia produce anche cuffie stereofoniche e altri materiali.
Ortofon

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg

      Accetto l'Informativa Privacy

    *I campi con asterisco sono obbligatori