Hegel P30
Hegel P30
Hegel P30
Hegel P30
 

Hegel P30

Prezzo non disponibile

HEGEL P30 è il miglior preamplificatore mai sviluppato dalla casa norvegese ed uno dei migliori al mondo. Con la sua tecnologia brevettata e componentistica selezionata a mano.

Compara
Hegel
COD: HegelP30 Categoria: Tag: ,

Descrizione

HEGEL P30 è il miglior preamplificatore mai sviluppato dalla casa norvegese ed uno dei migliori al mondo. Con la sua tecnologia brevettata e componentistica selezionata a mano, il P30 è un concorrente di razza nella corsa per diventare il miglior preamplificatore Hifi. Indipendentemente dal prezzo.

Il P30 è il miglior preamplificatore mai sviluppato da Hegel. Con la sua tecnologia brevettata e componenti abbinati a mano, il P30 è un contendente fiducioso nella corsa per diventare il miglior preamplificatore al mondo. Indipendentemente dal prezzo. Nonostante quello che credono molti appassionati di hi-fi, i preamplificatori sono in realtà uno dei componenti audio più difficili da sviluppare. Allo stesso tempo, è uno dei componenti più importanti in un sistema che suona bene.

Il motivo è che la potenza del segnale è molto bassa quando si entra nel preamplificatore, ed è quindi molto suscettibile al rumore ad alta frequenza e agli elementi di distorsione. La fase più critica nel preamplificatore è la regolazione del volume, e nel P30 questo è un capolavoro in sé. La manopola di controllo del volume fisico viene utilizzata solo per descrivere il livello di uscita del volume desiderato per l’array di transistor MOS Gigahertz. Questi dirigono il segnale musicale attraverso una rete di resistori di alta qualità che riducono il livello del segnale.

Dopo il circuito di controllo del volume, il segnale viene diretto attraverso il circuito di amplificazione. Per la prima volta in assoluto utilizziamo la tecnologia brevettata SoundEngine nel preamplificatore. In combinazione con l’uso di Hegel di transistor FET accoppiati a mano, ciò si traduce in livelli insuperabili di distorsione musicale e rumore. In totale, il segnale musicale passerà solo attraverso 2 transistor e da 1 a 3 resistori nel suo percorso attraverso il P30. Il suono che senti dal P30 può essere descritto solo come organico e molto naturale. Per citare un giornalista: “L’Hegel suona molto più naturale del mio precedente riferimento. E lo fa senza sfavillarsi di oro e diamanti”.

L’Hegel P30 ha 2 coppie di ingressi bilanciati (XLR) e 3 normali sbilanciati (RCA). Oltre a questo, dispone di un ingresso Home Theatre che consente di integrarlo in un sistema Home Theatre. Il P30 ha anche un ingresso diretto IR da 3,5 mm e un connettore di uscita trigger a 12V. L’Hegel P30 è disponibile sia con finitura argento che nera, quindi può essere abbinato sia agli amplificatori di potenza H30 che H20.

Remote control: Volume, source and mute controlled by Hegel RC2
Inputs: 2 x XLR balanced, 3 x RCA unbalanced and Home Theatre inputs
Outputs: 1 x XLR balanced and 2 x RCA unbalanced outputs
Other connections: 3,5mm IR-direct jack, 3,5 mm jack 12V trigger output
Signal to noise ratio: More than 130 dB balanced mode
Crosstalk: Less than -100 dB
Distortion: Less than 0.005 %
Intermodulation: Less than 0.01% (19kHz+20kHz)
Finish: Black and Silver
Dimensions/weight: 8cm x 43cm x 30cm (HxWxD), 10kg
Dimensions/weight US: 3,2″ x 17″ x 12″ (HxBxD), 22 lbs

Non ci sono video per questo prodotto.

Brand

Hegel

La storia inizia nel 1988. Bent Holter, uno studente della Technical University di Trondheim (NTNU), decise di fare una tesi sotto il design originale del transistor utilizzato negli amplificatori, che avrebbe curato i problemi dei sistemi hi-fi tradizionali. Il nemico numero uno era distorsione. Holter in qualche modo non poteva accettare il fatto che quando forniamo un semplice segnale a un amplificatore, l'uscita riproduce quel segnale più qualcos'altro; distorsione prodotta dall'elettronica. Combattere la distorsione di solito significa deteriorare altri parametri, incluso il fattore di smorzamento. Holter decise di liberarsi dagli schemi classici e sviluppò un progetto che divenne la base di quella che oggi conosciamo come tecnologia SoundEngine. E da dove viene il nome dell'azienda? Beh, durante il suo tempo libero Bent suonava in una band rock-metal chiamata The Hegel Band. Quando avevano bisogno di amplificatori per i concerti, ha suggerito di costruirli da soli. Le sue idee hanno preso forma, ma ci sono voluti molti soldi per perfezionare la tecnologia. L'aiuto è arrivato da Telenor, uno dei maggiori attori nel settore delle telecomunicazioni. I primi anni '90 furono un periodo di iniziale prosperità per il marchio. In primo luogo, hanno assicurato la soluzione brevettata conosciuta oggi come SoundEngine. Successivamente fu sviluppato un DAC (1994) e venne il primo lettore CD (1996). Nel corso dei prossimi otto anni, l'azienda ha costantemente migliorato la propria gamma di prodotti e generato maggiori profitti anno dopo anno. Quando è arrivata la crisi finanziaria, la maggior parte delle aziende ha subito adottato una strategia difensiva che ha comportato la riduzione dei costi. Hegel ha giocato diversamente. Ha assunto nuovi ingegneri per progettare dispositivi. Qualche tempo dopo, nacquero nuovi convertitori D / A. Oggi Hegel è uno dei marchi più affermati sul mercato Hi-Fi. Produciamo amplificatori integrati, pre e di potenza, nonché lettori CD e alcuni dei più moderni e sofisticati convertitori D / A. La tecnologia SoundEngine era solo un inizio. Oggi ci sono altre sei soluzioni tecniche originali nel portafoglio di Hegel. La società ha rivenditori in 54 paesi e i suoi prodotti sono venduti in tutto il mondo. Premi e rassegne stampa parlano da soli.
Hegel

Informazioni aggiuntive

Peso 10 kg
Dimensioni 30,5 × 43 × 8 cm
Connessioni

RCA, XLR

      Accetto l'Informativa Privacy

    *I campi con asterisco sono obbligatori